WebMail

16 Giugno 2019 - 21:02

home articoli cultura giornali contattaci guestbook links ultimissime
Google
Bruno Russo- [ EVENTI ] VOLA E VA ( da "Il ROMA" del 26/02/2011 pag. 11 )
VOLA E VA’ CON GAETANO CERRITO Gaetano Cerrito è il guidatore di una macchina speciale, che corre sulle strade a percorrenza limitata che conducono a...
[ EVENTI ] QUANDO LA POESIA E’INCONTRO DI CULTURA E SOLIDARIETA’ ( da "Il ROMA" DEL 12/01/2011 pag. 12 ).
Cosa c’entra la poesia e le nuvole, con un condimento particolare come l’aglio? Ce l’ha spiegato il poeta italo-argentino Carlos Sanchez, condividendo...
Bruno Russo- [ EVENTI ] I MIEI PRIMI 40 ANNI ( da "il ROMA" del 12/01/2011 pag. 23 )
Napoli sta cambiando, almeno in questo: sta presentando una cultura del ritrovo giovanile, che considerati i coprifuochi di varie zone della collina ...
19/02/2006 CULTURA  
Bruno Russo- L'EQUIVALENZA EFFICACE ( da 'Il Secolo' del 19/02/06 pag. 14 )
Adesso nello spazio del ridicolo, la sinistra mentre combatte con le
contraddizioni del suo interno, cercano di smentire i sondaggi usando un
lessico come se questi fossero realmente i risultati certi delle prossime
elezioni. In effetti, pur rappresentando quelle tecnicamente più garantite,
le scale americane dei valori della doxa non possono prevedere risultati
certi soprattutto perché in Italia, essendo spesso divisi su tutto, basta poco che la bilancia possa pendere dall’una o dall’altra parte. Questo gioco sottile, alla fine sarà vinto dagli onesti, da coloro cioè che lavorando seriamente hanno capito che la gente indecisa e quella che nelle scorse elezioni non è andata a votare, adesso lo farà proprio in quanto desiderosa di quella stabilità, la cui assenza negli ha negli anni del centrosinistra trascorsi, prodotto l’innumerevole numero di dubbiosi. Il rischio che i media imputano a Prodi di fare la fine di Kerry, si muove proprio su questa logica: Bush non era immensamente benvoluto agli americani ma lo hanno comunque votato perché non farlo significava tradire tutta la compattezza che si era creata intorno alla ricostruzione dopo l’evento delle torri gemelle e che in un modo o nell’altro Bush aveva gestito con continuità ed efficienza, smentirlo significava smentire l’America. La stessa cosa vale per noi: tutti gli indecisi che non hanno certo simpatia per Berlusconi, alla fine spero e penso, che voteranno bene in quanto significa parteggiare proprio per quella stabilità che si è creata nonostante che l’Italia fosse stata scossa dai terremoti di tangentopoli e dell’euro, che ci potevano anche far precipitare in una crisi economica , che è stata evitata proprio grazie a questo governo, al quale dobbiamo veramente tanto.

Bruno Russo
Fonte: Bruno Russo
 

Torna alle news della categoria "CULTURA"
Torna alla pagina delle news

Sito Online di Euweb